Uso e manutenzione di accumuli e bollitori, il manuale di Officine Varisco PT.1

Per l’uso e manutenzione di accumuli e bollitori, è importante fare opportuna attenzione alla sicurezza sia delle persone che delle cose.

E’ fatto obbligo affidare l’installazione e la manutenzione ad un personale specializzato ed esperto.

Nel caso in cui il serbatoio sia ceduto in uso o venduto ad altri utilizzatori, assicurarsi che con il bollitori sia ceduto anche il manuale d’installazione, uso e manutenzione.

Un’installazione errata o un inadeguato utilizzo e manutenzione dell’apparecchio può causare danni a persone o cose per cui, la ditta costruttrice non si ritiene responsabile.

CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONAMENTO

  • Il bollitore serve per la produzione e l’accumulo di acqua calda sanitaria, per usi igienici sanitari;
  • I requisiti di qualità dell’acqua di alimentazione devono essere conformi alla direttiva n.98/83/CE;
  • Il bollitore è un serbatoio con uno o più fasci tubieri riscaldanti estraibili (o fissi), inseriti nella parte inferiore, i fasci tubieri possono essere in rame/ acciaio inox/ acciaio zincato;
  • Il fluido contenuto nel lato primario (lato testata) può essere acqua o vapore, nel caso di olio diatermico il fascio tubiero dovrà essere stato appositamente ordinato specificandone natura e caratteristiche;
  • Il bollitore è stato progettato nelle condizioni massime ammissibili indicate nella targa dati fissata al bollitore, tale targa non dovrà essere assolutamente rimossa o modificata nei contenuti;
  • Nella progettazione del bollitore/ accumulo, si sono considerati trascurabili tutti i carichi diversi dalla pressione: depressione (vuoto); carichi al vento; carichi al terremoto; carichi sui bocchelli; carichi locali; carichi a fatica.

“Accumuli e bollitori sono progettati, costruiti e collaudati secondo corretta prassi costruttiva e dovranno perciò essere installati secondo le normative vigenti del Paese di installazione”.

PROTEZIONE CATODICA CONTRO LA CORROSIONE

Installare l’apparecchio in modo che gli anodi siano facilmente accessibili e sostituibili.

La protezione anticorrosiva potrebbe essere negativamente influenzata o resa addirittura inefficace con l’errato montaggio di elementi riscaldanti di metalli nobili come resistenze elettriche e/o  scambiatori di calore.

Questi accessori potranno essere installati solo facendo uso di giunzioni isolanti per la loro separazione elettrica dal serbatoio e dall’impianto e non dovranno perciò essere collegati al cavo di messa a terra.

Per il montaggio isolato di eventuali resistenze elettriche di classe I^, si dovrà inoltre fare in modo che:

a) Le parti conduttrici di corrente della resistenza elettrica siano protette contro possibili contatti diretti;

b) Il serbatoio metallico e tutti i tubi metallici ad esso collegati, vengano connessi ai morsetti del cavo di messa a terra.

Nel prossimo articolo del “Uso e manutenzione di accumuli e bollitori, il manuale di Officine Varisco” parleremo di Anodo Magnesio AZ 63, Correx e installazione.

Uso e manutenzione di accumuli e bollitori, il manuale di Officine Varisco PT.2